1

Schermata 2019 09 14 alle 10.50.13

VIGEZZO- 14-09-2019- Dopo l’incontro del 4 settembre

con l’eurodeputato Alessandro Panza, il presidente della Provincia  e il presidente e il vicePresidente dell’Unione dei Comuni della Val Vigezzo , Anas ha fornito il cronoprogramma delle attività di messa in sicurezza della SS.337: "Il cronoprogramma dei lavori per la variante e l’adeguamento della SS.337, diviso in due fasi- si spiega in un comunicato - prevede un investimento complessivo di 70milioni di euro e un completamento dei lavori di progettazione stimato entro luglio 2023. Il lavoro della fase 1 è già in gara e si prevede l’aggiudicazione provvisoria entro fine 2019, con aggiudicazione definitiva entro marzo 2020, salvo ricorsi o altri impedimenti. La conclusione dei lavori di progettazione previsti per la fase 2 è stimata per il 2023. Panza commenta il cronoprogramma con cauto ottimismo:“Le tempistiche fornite da Anas non sono del tutto soddisfacenti, nello specifico luglio 2023 come data stimata per la conclusione dei lavori di progettazione ci sembra troppo lontana. Ho difficoltà a comprendere come un progetto nato nel 2014, e interamente finanziato, sia ancora in fase di progettazione, dall’altra parte riconosco il merito della nuova dirigenza nell’aver dato rinnovato impulso al progetto, ma chiedo di accelerare i tempi il più possibile per evitare il ripetersi di avvenimenti tragici come quelli dello scorso anno. L’esecuzione dei lavori prevede il coinvolgimento anche di altri attori, come il consiglio superiore dei Lavori Pubblici dove il rischio di intoppi burocratici è, ahinoi, sempre alto. Occorre creare un fronte comune, coinvolgendo gli amministratori locali e tutti i rappresentati politici e Anas stessa, per scongiurare il pericolo di incontrare intoppi nella burocrazia romana.  I nuovi segnali giunti da Anas sembrano positivi, ma la strada per la fine di questa vicenda è ancora lunga. Occorre trasformare le promesse in una veloce risoluzione dei problemi. É un impegno doveroso per chi  su quella strada ha perso la vita, per i frontalieri, ed è vitale per sostenere il turismo e il commercio della Valle Vigezzo. Per questo sarà una mia priorità vigilare, insieme ai colleghi e ai sindaci vigezzini sull’esecuzione dei lavori, sicuro che Anas farà di tutto per rispettare le tempistiche del cronoprogramma ricevuto e dal quale non potrà tornare indietro.”