1

russi due

VERBANIA – 14-02-2020 – C’è la Russia nella storia artistica

del Verbano. Il legame nasce con il pittore e scultore Paolo Troubetzkoy, figlio di un diplomatico russo e di un’americana nato a Intra, dove la famiglia s’era trasferita e dove ha svolto parte della sua attività. A più di ottant’anni dalla sua morte, un’altra generazione di artisti russi è stata conquistata dal Lago Maggiore. “Nei labirinti dell’anima russa” è la mostra che, in collaborazione con la società StresArt, il Museo del Paesaggio propone in due allestimenti. Il primo, quello legato alle sculture, è già stato inaugurato con l’esposizione a Palazzo Viani Dugnani, a Pallanza. Il secondo, che si concentra sulla pittura, propone oggi il vernissage a Casa Ceretti. Gli artisti e le opere sono contemporanei, firmate da Nikolai Postnikov, Olga Petrovskaya-Petovradziizzata, Olga, Angelina ed Ekaterina Zhukova. Le tele saranno esposte sino al 1° marzo, quando si chiuderà anche l’esposizione pallanzese, dove le sculture contemporanee sono poste accanto ai gessi di Troubetzkoy. A Palazzo Viani Dugnani la mostra è visitabile il venerdì (14-17), il sabato e la domenica dalle 11. A Casa Ceretti l’ingresso è libero il giovedì, venerdì e domenica 14,30-17,30, sabato 10,30-12,30, 14,30-17,39.