1

nastro azzurrodonna

VCO - 25-11-2020 - Un nastro rosso

che unisce le donne di tutte le regioni d’Italia, insieme contro la violenza di genere. E’ il messaggio lanciato da Forza Italia e Azzurro Donna in occasione del 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, con il video “Unite contro la violenza”.

"Tutto ciò che lede la dignità umana, base stessa dei diritti fondamentali, è violenza. E questa è ancor più grave e riprovevole se usata contro le donne e i bambini- dichiarano la deputata azzurra Mirella Cristina e la coordinatrice domese di Forza Italia Marina Oliva - , quella violenza spesse volte consumata tra le mura domestiche e taciuta per la paura di subirne ancora di più. Violenza che provoca profonde ferite psicologiche e che di frequente si accompagna alle botte, fino ai casi esasperati di femminicidio e infanticidio. Celebriamo questa giornata ricordando tutte le vittime di violenza ma soprattutto impegnandoci a combatterne ogni forma".

Un fenomeno aggravato dai mesi di lockdown con un sensibile aumento, dell'11%, dei procedimenti iscritti per maltrattamenti contro familiari e conviventi catalogabili come violenza di genere tra il 1° gennaio e il 31 maggio 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, come evidenziato dal primo report del Ministero della Giustizia sul Codice Rosso.

Il Verbano Cusio Ossola non è purtroppo esente dal fenomeno della violenza di genere che non conosce nazionalità né ceto sociale, come raccontano i dati forniti annualmente dal Centro Antiviolenza VCO. "Occorre continuare a sensibilizzare, informare e tenere alta l’attenzione su questo tema – rimarca la coordinatrice di Azzurro Donna VCO Paola Battaglia-, affinché si crei una maggiore consapevolezza su unconcetto di amore che non contempla mai atti di violenza verbale e o fisica".

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne tavola rotonda “Nulla si può da sole” in diretta Facebook alle 11 sulla pagina di Azzurro Donna Piemonte. Riflettori puntati sulla proposta di legge dell’on. Polidori per l’istituzione del “soccorso di libertà” per le donne vittime della violenza di genere.