1

a26

VCO - 16-10-2021 - Un appello a tutti glio amministratori del VCO perchè facciano sentire la loro voce a propsito delle condizoni in cui versa la Superstrada ossolana e realtivamente agli eterni lavori nella gallerie dell'A26. A lanciarlo è il blogger Gianpaolo Fabbri.

Fino ad ora mi ero permesso di battezzare VS33 (vergognosa statale 33) la SS33 del Sempione, gestita da ANAS. Il perché è ben noto a tutti. Mi permetto adesso di chiamare VA26 (vergognosa autostrada 26) quella che sale dalla Liguria, costeggia il Lago Maggiore e diventa VS33 all'altezza di Ornavasso, gestita da Autostrade per l'Italia. Sulla VA26 almeno non ci sono le voragini ben note che si trasformano in laghetti quando piove, ma i perenni lavori in galleria con nessuno che lavora, ormai da circa quarant'anni, hanno veramente esasperato gli utenti della strada. Per non parlare dei coraggiosi che tentano di raggiungere la Liguria. Chi si mette in auto tutti i giorni per lavoro ed è costretto a percorrere queste due importanti arterie non ne può più. Non dimentichiamo poi che, per i turisti che scendono dal nord in Italia, la 33, con i suoi ruderi a bordo strada e con lo scandaloso cantiere fra Paglino e Iselle, offre agli stranieri la prima, indelebile immagine del Bel Paese. La casistica degli enormi disservizi regalatici da ANAS e da Autostrade per l'Italia nel tempo meriterebbe un'enciclopedia intera dedicata.

Rivolgo, allora, un appello a tutti gli amministratori del Vco affinchè inizino a “martellare” sistematicamente tutti gli enti e le persone che hanno il ben preciso dovere di spendere bene i soldi dei contribuenti, offrendo servizi almeno sufficienti. se questo martellamento sistematico esiste già, chiedo di darne più frequente e precisa informazione ai cittadini della nostra provincia. e’ giusto occuparsi dei comuni in cui i cittadini risiedono, ma e’ anche doveroso occuparsi di ciò che avviene fuori dai propri comuni per consentire ai propri cittadini di raggiungere i luoghi di lavoro senza rischiare quotidianamente l’incolumità fisica e mentale.

In Regione è forse ora che sappiano che il Verbano Cusio Ossola non è una indesiderata propaggine della Gallia del Sud, abitata dai discendenti di Asterix, ma una splendida provincia della Regione Piemonte. La situazione non è più tollerabile. La speranza è quella di non offrire più, ai poveri cristi che tutti i giorni fanno la gimkana fra il confine ed Arona, spettacoli disgustosi come quello dei mucchi di asfalto accumulati da tempo sulla corsia sud della VS33 fra Anzola e Gravellona, mentre i lavori sono fermi non si sa perché …..... e la gimkana continua.

                                                                                              Gianpaolo Fabbri