1

dea vb 11

VERBANIA - 02-12-2021 - E' stato convocato per sabato 11 dicembre (ore 10) al palazzetto dello sport di Verbania, il Consiglio comunale aperto sul tema sanitario. Consiglio che si annuncia particolarmente caldo e la cui stessa convocazione già è stata fonte di polemiche tra la maggioranza di centrosinistra - che lo ha richiesto - e le opposizioni consiliari, che ne hanno sostenuto sostanzialmente l'inutilità, alla luce di una mozione e alcuni ordini del giorno sugli stessi argomenti, protocollati all'ufficio di presidenza del consiglio comunale verbanese, ma che da più di un anno giacciono inevasi.
"Funzionalità dell’ospedale Castelli, assistenza dei medici convenzionati, servizi territoriali: stato dei fatti e attese della popolazione. Determinazioni", è l'ordine del giorno dove al centro del dibattito non solo c'è il futuro dell'ospedale verbanese e il suo pieno ritorno all'operatività pre-Covid, ma anche le questioni relative alla medicina territoriale, alla carenza di medici, alle risposte non ancora giunte dalla Regione e, infine, il nuovo assetto dei servizi sul territorio secondo le indicazioni del Pnrr.
Lunga la lista degli "invitati" a presenziare, dove accanto ai parlamentari del VCO e all'unico rappresentante locale in consiglio regionale (Alberto Preioni); troviamo lo stesso presidente Cirio e l'assessore alla Sanità Icardi, i vertici dell'ASL VCO, le autorità locali (prefetto incluso) e i sindaci del Verbano; sindacati e associazioni di categoria, della Sanità e dell'imprenditoria, le parrocchie e gli ordini professionali, associazioni e comitati spontanei, consigli di quartiere. Il Consiglio, si chiarisce "è motivo d'interesse per tutti i cittadini del Verbano", da qui l'invito a prendere parte all'adunanza esteso a tutto il territorio. Per motivi organizzativi gli interventi devono essere prenotati ad inizio seduta al presidente e contenuti nel tempo massimo di 5 minuti.